Cosa bolle in pentola (Giugno 2015)


Anche il mese di Giugno è passato senza grandi novità. Il mio tempo è stato pressoché totalmente dedicato al lavoro sul romanzo con risultati più o meno interessanti, ma potrete leggere a riguardo di seguito. Un’altra breve vacanza mi ha portato nel Metaponto, proprio al confine tra Puglia e Basilicata. Luoghi molto belli dove spero di poter tornare ancora.


Siamo la goccia che diventa mare

Dovrei dire che ci siamo ma ci sono ancora delle cose che non mi convincono del tutto. Mi prendo ancora una settimana o due per pensarci e forse riscrivere alcune scene, poi basta. Sono un po’ stanco e ho davvero molta voglia di scrivere altro. 
Appena deciderò di chiudere il manoscritto andrà alla Gainsworth, come da vincoli contrattuali avranno la possibilità di decidere se il libro li attira. Anche dovesse piacergli comunque, trattandosi di un genere che loro non trattano, è probabile non siano interessati. A quel punto penso di andare diretto sulla pubblicazione self, non penso di avere la pazienza per dare la caccia a un editore e non so se il libro ha un potenziale sufficiente a convincerne uno. Deciderò anche in base ai primi feedback che riceverò a quel punto.

Il ritorno di Abele

Non appena concluso il lavoro su “Siamo la goccia” mi butterò a pesce nelle fasi preliminari di questo progetto. Ormai nella mia testa ci sono tantissime cose che tuttavia devono trovare ordine in un piano vero e proprio. Rispetto alla prima esperienza questa volta dedicherò più tempo inizialmente per la definizione delle caratteristiche dei personaggi e del plot. la scrittura vera e propria verrà dopo.

Racconti Rifiutati (anche no)

Poca attività sul fronte dei racconti. Ma ne arriveranno. Qualche idea l’ho già appuntata sul mio “taccuino delle cose da fare quando non si hanno cose da fare”.

Letture

Ecco le letture di Giugno:
Scrivere narrativa 2 – Il punto di vista – Marco P. Massai
Omicidi all’ombra del Vaticano – I delitti delle catacombe – Flaminia Mancinelli (impressioni di lettura)
Serie “Trainville” – Alain Voudì &co (impressioni di lettura)

Ho proseguito la lettura della serie Trainville, ormai ho quasi completato quanto pubblicato finora. Letto e assimilato il secondo libro della serie Scrivere Narrativa, questo forse più interessante ancora del primo. Infine un libro corposo ma di agevole lettura, di cui vi ho già parlato, il bel thriller Omicidi all’ombra del Vaticano, consigliatissimo.

via Blogger http://ift.tt/1D0gb1C

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: