Cosa bolle in pentola (Maggio 2015)


In Maggio, come già sapete, un paio di settimane le ho passate in viaggio, attività ricreativa e di crescita culturale e personale. Il tempo per la scrittura quindi è stato molto limitato, così come quello per la lettura. Naturalmente mi guardo bene dal lamentarmi per questo. Ho comunque qualche libro da consigliarvi (vedi in fondo).


Siamo la goccia (che diventa mare)

Conclusa la seconda stesura ho iniziato il primo giro di revisione. Mi sto prendendo il tempo di rivedere i pov (point of view), verificare la cronologia, le congruenze, aggiustare ancora qualcosa sui personaggi, in particolare attraverso i dialoghi. Una revisione ancora piuttosto pesante quindi, prima di arrivare alla limatura.
È ormai più di un anno che lavoro su questo progetto e il tempo ha portato man mano maggiore consapevolezza di ciò che faccio. Credo che la versione attuale sia migliorata rispetto alla prima stesura ma penso che potrebbe ancora migliorare molto. Ora sono in bilico tra la voglia di chiudere questo romanzo comunque sia, per dedicarmi ad altro, e quella di continuare a migliorare il lavoro fatto finora. L’importante è che tra le due pulsioni non vinca quella di buttarlo alle ortiche.


Racconti Rifiutati (anche no)

I due racconti di cui vi parlavo il mese scorso non sono riusciti a superare i tanti altri partecipanti ai concorsi cui li avevo inviati (La Quara e Subiaco Città del Libro). Peccato perché non erano malaccio. Come sempre li riprenderò in mano per aggiustarli con calma per poi inserirli nel mio scaffale, in attesa di avere una massa critica da poter pubblicare autonomamente. Per la cronaca i titoli erano “Anche per me” e “In questa piazza”.
Nel frattempo ho inviato un racconto al 36esimo Premio WMI, non si sa mai.
Prossimamente visiterò Expo e chissà che l’occasione non mi ispiri qualche altra storia.


Letture

Ecco le letture di Maggio:

Con l’ultimo respiro – Lorenzo Sartori (impressioni di lettura)
Il quaderno di Didine – Dominique Valton (impressioni di lettura)
Serie “Trainville” – Alain Voudì &co (impressioni di lettura)

Anche questo mese nessuna delle mie letture è stata deludente, ma tra tutte vi consiglio caldamente il racconto di Dominique Valton che mi ha colpito al cuore. Belli anche gli altri, leggete gli articoli che ho scritto per capire se potrebbero fare per voi.

via Blogger http://ift.tt/1cJi9fC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: