Mario e i mulini a vento


Questa mattina l’aria era tiepida e il sole splendeva, così io e Lory abbiamo deciso di fare una passeggiata al lago.

Prendiamo la macchina e,  percorsi i pochi chilometri che ci separano dalla riva del lago, lasciamo l’auto in uno dei grandi parcheggi a pagamento presenti in zona. Notiamo alcune macchine malamente posizionate fuori dagli spazi blu nonostante il parcheggio sia vuoto. Noi naturalmente paghiamo.

Fuori dal parcheggio, a pochi passi, incontriamo un agente di polizia urbana a cui segnaliamo la cosa, ma ci viene risposto che la competenza di quel parcheggio è degli ausiliari del traffico.

Ci facciamo la nostra passeggiata. Tornando al parcheggio, appena prima di entrare, troviamo un ausiliario preso in una discussione: aveva multato uno ma questi mostrava un tagliando pagato con orario iniziale antecedente alla multa, inutilmente, da cui la diatriba.

Gli segnalo la presenza di queste macchine e mi viene risposto che lui può multare solo auto all’interno delle strisce blu. Quindi anche lui non multa o furbetti parcheggiati malamente fuori dalle piazzole ma all’interno del parcheggio a pagamento.

Traete voi la morale di questa storia, se di morale si può parlare.

via Blogger http://ift.tt/1IbDOpS

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: