Infelice e Contento


Eccomi qui anch’io a fare l’analisi di questo voto del 2008.

Prima i fatti, poi le valutazioni.

Fatto: il calo di affluenza alle urne c’è stato, è stato significativo, specialmente tenendo conto che sono passati meno di due anni dalle precedenti e che c’era l’incentivo delle amministrative, ma non è stato eclatante.

Fatto: l’accozzaglia di partitini e partitelli cui siamo abituati da decenni è stata spazzata via dal parlamento. La legge elettorale e gli intenti comuni di PD e PDL hanno fatto si che in parlamento non siano rappresentati circa un decimo dei votanti, alla camera per la precisione 3.651.439 persone non sono riuscite ad avere un proprio rappresentante. Nel 2006 i non rappresentati erano meno di 1.400.000

Fatto: Le uniche forze politiche a crescere rispetto alle corrispondenti area del 2006 sono la Lega, Italia dei Valori, La Destra. Perde clamorosamente La Sinistra L’Arcobaleno (7%) e non va bene l’UDC, specialmente se si considera che teoricamente avrebbe potuto in qualche modo raccogliere anche molti dei voti dell’Udeur.

La mia valutazione di tutto questo?

Non posso certo dire di essere contento. Non è tanto il fatto che sia al governo una coalizione tra conservatori di destra e lega federalista, quanto la riconferma di Berlusconi alla guida della destra.

Non lo ritengo capace di fare alcunché di buono per questo paese, per tanti motivi, ma soprattutto per quanto si è visto nei cinque anni del suo precedente governo. Anche allora aveva una maggioranza inossidabile eppure niente di importante per questo paese è stato fatto. Sarà il tempo a dirci se questa mia preoccupazione sia fondata.

Di certo questa è la prima volta nella mia vita che un’elezione da un così forte scossone ai politici. Staremo a vedere se i Bertinotti e i Pecoraro Scanio di turno sapranno capire e mutare. Per ora non mi sembra sia così, sento già discorsi che dimostrano come queste forze politiche siano incapaci di recepire il messaggio del popolo che li avrebbe dovuti votare…

Per quanto riguarda i Democratici, avranno 5 anni per crescere e diventare davvero quello che dovrebbero essere. Anche qui non è che nutra grandissime speranze, non sarà facile e vedo un nugolo di braccia pronte a remare contro, fuori e dentro…

D’altra parte il fatto che in questo parlamento non siano entrati personaggi come Storace, Bertinotti, Santanché, Pecorario Scanio e via andare, non è che mi dispiaccia poi molto, anzi…

Come ogni bravo elettore ora mi metto in finestra, terrò il conto delle azioni e delle parole.

Questo blog sarà la mia memoria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: