Inutile è una parola grossa


Non sono daccordo.

Capisco il punto, comprendo anche la rabbia, è la stessa che provo anche io sempre più spesso. È quel tipo di rabbia che solo l’ipocrisia ti fa montare dentro, è un’amica conosciuta…

Ma non sono daccordo sulle conclusioni.

Perchè vedete, inutile è una parola grossa.

Indossare una maglietta rossa, forse cinese, è inutile? Scrivere sul blog, o non scrivere, è inutile?

Ci vuole umiltà. È senz’altro vero, il mio blaterare su questo blog, o con gli amici per strada, non cambia il mondo. Ma sono ben poche le cose che posso fare in grado di creare un cambiamento diretto, visibile, facilmente collegabile a me stesso….

E nonostante ciò ogni azione che facciamo ha un effetto, per quanto piccolo. I birmani non leggono i nostri blog? Ma gli italiani lo fanno. Si può discutere se vi siano altri mezzi più efficaci, ma niente è inutile. Se un minimo di pressione da parte dell’opinione pubblica può essere fatto verso i nostri governati, abbiamo il dovere di farlo.

Se questo minimo di pressione causerà una frazione microscopica di preoccupazione nel governo cinese, magari in vista delle Olimpiadi, e questo forzerà una irrisoria diminuzione dell’azione repressiva in Birmania, allora non sarà stato invano.

Stiamo facendo troppo poco? Certamente.

Ma preferisco fare poco, essere quasi inutile, che non far niente.

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Uyulala
    Ott 05, 2007 @ 17:55:06

    🙂 mi son trovata linkata proprio all’inizio del blog che indichi per primo, come esempio di “azione inutile”. Sebbene i dubbi di inutilità mi vengono spesso, e non solo per cose così grandi e lontane dalla mia portata ma anche per cose vicine e da me più manipolabili, personalmente la penso come te. Non servirà quasi a nulla, ma preferisco rientrare in quel “quasi” che in quel “nulla”. E mi guarderei molto bene dal criticare chi sceglie di occuparsi anche solo per una piccola riflessione di qualcosa che a me personalmente non interessa. L’effettiva utilità delle nostre azioni non ci è dato comprenderla, e spesso va completamente al di là delle nostre intenzioni o motivazioni.

    Rispondi

  2. Mario
    Ott 05, 2007 @ 21:15:32

    http://www.agi.it/estero/notizie/200710051446-est-rt11113-art.html

    Qualcosa si muove. Quanto meno perchè i cinesi non possono permettersi un movimento di boicottaggio a pochi passi dall’olimpiade.

    Rispondi

  3. Uyulala
    Ott 05, 2007 @ 23:45:02

    Grazie del link. In effetti è una piccola buona notizia 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: